Categoria: News

I 25 CONVOCATI PER IL RITIRO DI AMPEZZO

Mister Patrick Bertino porterà 25 giocatori nel ritiro di Ampezzo, in programma da lunedì 10 a venerdì 14 agosto. Il gruppo alloggerà presso il Centro Sportivo Ampezzano e si allenerà sul manto erboso abitualmente utilizzato dall’USD Ampezzo con ben tre sedute giornaliere:

ore 7.00 corsa ed esercizi di risveglio muscolare;

ore 9.45 e 15.45 si alterneranno sedute di forza, di condizionamento aerobico e di lavoro con il pallone per proseguire il programma iniziato nelle precedenti settimane di preparazione.

 

Questi i 25 convocati:

PORTIERI: Moro, Tognato, Rosteghin.

DIFENSORI: Mantovani, Tobanelli, Tonizzo, Spetic, Gregoric, Dimroci, Ndoj, Zuliani.

CENTROCAMPISTI: Pignat, Longato, Buratto, Dussi, Bussi, Pucci, Lugnan, Ruffo, Burba.

ATTACCANTI: Santi, Pez, Kabine, Cicarevic, Cocolet.

DPCM: via libera allo svolgimento delle competizioni e alla presenza del pubblico

Via libera ad allenamenti di gruppo, tornei e competizioni dilettantistiche, anche in presenza di pubblico. Lo ha stabilito il nuovo DPCM confermando l’intuizione della Lega Nazionale Dilettanti di far regolare le attività basandole sull’applicazione delle ordinanze regionali. In questo modo possono esultare le società della LND, che da tempo, per il tramite dei suoi vertici nazionali e periferici avevano lamentato la mancanza di provvedimenti in grado di garantire la completa ripresa delle attività, al pari di quella amatoriale già regolamentata dalle normative regionali.

Il DPCM stabilisce che sarà consentita la partecipazione del pubblico per un massimo di 1000 spettatori all’aperto e di 200 al chiuso per gli eventi a carattere territoriale. Confermate però tutte le misure in ordine a distanziamento, mascherine, corretta areazione dei locali al chiuso e obbligo di misurazione della temperatura. Per gli eventi di carattere nazionale resta per il momento l’obbligo delle porte chiuse

“Si tratta di un passaggio fondamentale verso il ritorno alla normalità – ha commentato con soddisfazione il presidente della LND Cosimo SibiliaSono state confermate le nostre intuizioni, sostenute dal nostro coordinamento sanitario, basate proprio sulla necessità di far regolare le attività del calcio dilettantistico dalle ordinanze regionali. Ora siamo veramente pronti per ricominciare“.

📄 CONSULTA il DPCM del 7 agosto 2020

VINCENZO ZANUTTA: “DETERMINATI A RAGGIUNGERE IL NOSTRO OBIETTIVO”

E’ stato un battesimo colmo di affetto e partecipazione per il nuovo Cjarlins Muzane di Patrick Bertino. Nella serata di gala, presentata da Simone Fornasiere, che ha coinvolto tutta la rosa e la tifoseria arancioazzurra, non sono mancate le autorità dello sport e della politica, rappresentate dal Consigliere del Comitato Regionale LND Gabriele Pecile, dal Consigliere regionale Mauro Bordin e dai Sindaci di Muzzana, Erica Zoratti, e di Carlino, Loris Bazzo.

Una società che parte dal basso, che mette radici nel territorio e che fa crescere i propri ragazzi, questo rappresenta il Cjarlins Muzane: “Crediamo molto nello sviluppo del settore giovanile – ha detto Gianluca Zanutta a margine della presentazione degli Juniores Nazionali affidati a Thomas Randon –. I nostri ragazzi sono l’orgoglio della società e ora stiamo raccogliendo i frutti di quanto abbiamo seminato negli ultimi anni. Prima dell’interruzione della stagione le nostre squadre erano ai vertici dei rispettivi campionati. Tutti i ragazzi sanno che qui devono dare il massimo e dimostrare che contano i fatti, non le parole. Puntando a obiettivi molto alti il Cjarlins Muzane è arrivato fin qui e siamo convinti che sia la strada giusta”.

Inizia così il quarto campionato di Serie D e il presidente Vincenzo Zanutta sembra credere che questo possa essere l’anno buono: “Per la nostra diciottesima stagione abbiamo cambiato il timoniere e abbiamo scelto di puntare su un mister che fa del calcio una vera e propria filosofia di vita. Ho scommesso su Bertino per la sua dedizione al lavoro, che mi ha conquistato dal primo momento. E’ un mister professionista, determinato e che non ha paura di affrontare una categoria per lui inedita. Lo staff è cresciuto a livello tecnico e gestionale con nuovi innesti. Abbiamo voluto dare continuità al profilo della squadra, inserendo tre nuove figure che andranno a sostituire elementi importanti come Calligaro e Migliorini, due persone splendide, che ci hanno lasciato per abbracciare altri progetti e diversi stili di vita. Siamo convinti che questa rosa sia pronta e competitiva per affrontare il Girone C della Serie D. Il nostro obiettivo, come ho già detto senza presunzione, è quello di vincere il campionato e ci batteremo per raggiungerlo. Come ho spiegato ai giocatori, dobbiamo entrare in campo a testa bassa, con umiltà e rispetto per tutti gli avversari. Vincere il campionato significa mettersi dietro 19 squadre, non è una corsa salvezza dove fai riferimento a 4 avversari. Bisogna cercare di superare sempre gli avversari e ciò rappresenta una sfida molto stimolante. All’ultima giornata di campionato tireremo le somme e se qualcuno sarà stato più bravo di noi gli faremo i complimenti per primi. Abbiamo massima determinazione per affrontare questa stagione e tutti dobbiamo remare nella stessa direzione: staff, giocatori e tifosi”.

Entusiasmo per il presente, trepidazione per il futuro, ma anche uno sguardo al passato. Il presidente Vincenzo Zanutta, infatti, ha voluto tributare un omaggio all’ex capitano Gianluca Migliorini, presente in piazza San Marco in mezzo ai supporters, che, molto emozionato, ha ricordato i suoi trascorsi in maglia arancioazzurra: “Prima che una squadra, questa per me è stata una famiglia e lo sarà sempre – ha dichiarato l’ex capitano – Quella di lasciare il Cjarlins non è stata una scelta facile, ma è stata una scelta di vita: ho deciso di mettere in secondo piano il calcio e dare altre priorità al mio futuro. Sono arrivato qui che ero un ragazzino e me ne vado da uomo”.

SAVE THE DATE: VENERDì 31 LUGLIO PRESENTAZIONE DEL TEAM 20-21

La presentazione ufficiale della Prima Squadra, degli Juniores Nazionali e dello staff tecnico della nuova stagione sportiva avrà luogo venerdì 31 luglio alle ore 20.30 presso la piazza San Marco di Muzzana del Turgnano. Tutti i componenti del team arancioazzurro saranno introdotti dal giornalista Simone Fornasiere. Dopo i saluti istituzionali ci aspetta il ricco buffet organizzato insieme all’amico Riccardo Badolato dell’Antica Osteria ai Tubi di Palazzolo dello Stella per brindare insieme a tutti i nostri tifosi, a cui chiediamo di portare la mascherina e di rispettare tutte le attuali e vigenti norme sul distanziamento sociale.

PRIMA SQUADRA IN RITIRO AD AMPEZZO DAL 10 AL 14 AGOSTO

E’ definito il programma del ritiro arancioazzurro. Dal 3 all’8 agosto la squadra sarà ospite della struttura Villa Mabulton Country Club di Chiasiellis e si allenerà in doppie sedute tutti i giorni. La seconda parte di ritiro andrà in scena da lunedì 10 a venerdì 14 agosto in Carnia: il gruppo alloggerà presso il Centro Sportivo Ampezzano, vero e proprio fiore all’occhiello delle strutture sportive dell’Alto Friuli.

L’ossatura principale dell’impianto è costituita da due campi da calcio in erba naturale, già teatri degli allenamenti e delle partite casalinghe della squadra locale, l’U.S.D. Ampezzo, militante nel Campionato Carnico. Oltre ai due campi da calcio, il centro sportivo ampezzano offre agli sportivi un campo da calcio a 5 in erba sintetica, un campo da tennis, un campo da pallavolo/basket e una vasta piscina.

WEEK 2: LAVORO A GRUPPI A MUZZANA

E’ ripresa nella mattina odierna la pre-season della truppa di mister Bertino a Muzzana del Turgnano. In questa seconda settimana di preparazione il gruppo continuerà ad allenarsi tutti i giorni da lunedì a venerdì alle ore 10. Le sedute di allenamento saranno divise in due gruppi di lavoro, che alterneranno esercizi di coordinazione, mobilità e forza con i preparatori atletici ed esercitazioni tecnico-tattiche con mister Bertino. Per venerdì, invece, è prevista una seduta di attività esclusivamente aerobica con una sgambata nel Bosco Baredi di Muzzana.

WORK IN PROGRESS

Seconda sgambata sul manto erboso di Muzzana per la truppa arancioblu. Tra facce vecchie, nuovi arrivi e qualche innesto della juniores ecco i giocatori a disposizione di mister Bertino in questi giorni di pre-ritiro:

PORTIERI: Rosteghin Alberto (2000), Moro Simone (2002), Mason Federico (2004), Asquini Lorenzo (2003), Tognato Samuele (2003).

DIFENSORI: Tobanelli Federico (1988), Tonizzo Nicola (1990), Zuliani Filippo (2000), Mantovani Steven (2001), Ndoj Orlando (1998), Gregoric Miha (1989), Massaro Mattia (2001), Buginel Nik (2001).

CENTROCAMPISTI: Pez Leonardo (2000), Longato Ludovico (1993), Dussi Andrea (1998), Buratto Matteo (1994), Lugnan Gianluca (2002), Turchetti Davide (2002), Buso Federico (2002), Pignat Alberto (1994), Spetic Luka (1982).

ATTACCANTI: Bussi Massimo (1993), Cocolet Andrea (2001), Kabine Mehdi (1984), Santi Riccardo (1990), Ruffo Enrico (2000), Cicarevic Sasa (1994), Tirelli Alex (2002), Burba Alexi (2002), Pucci Nicola (2003).

Gli allenamenti proseguiranno, nel rispetto delle attuali norme vigenti anti covid, tutti i giorni fino a venerdì dalle 10 alle 12. A coadiuvare il responsabile tecnico lo staff così composto: Casasola Davide (Preparatore Atletico), Fantin Simone (Preparatore Atletico), Salatin Simone (Preparatore portieri prima squadra), Metti Alessio (Preparatore portieri settore giovanile), Pradolini Niki (Match Analyst), Maran Elena (Massaggiatrice).

COMINCIA L’AVVENTURA 2020-21

E’ iniziato sotto il sole di Muzzana il nuovo corso arancio blu targato Patrick Bertino. Il presidente Vincenzo Zanutta ha dato semaforo verde all’inizio delle operazioni del gruppo prima squadra e staff sul prato verde del campo sportivo comunale: “Questa è una famiglia dove tutti perseguono un obiettivo comune. Anche se apparteniamo al mondo dei dilettanti vi chiedo di essere professionisti in tutti i vostri comportamenti, dentro e fuori dal campo, ed esempio per i più giovani che vi guardano – ha detto il presidente rivolgendosi alla squadra -. Ogni elemento di questo gruppo di lavoro deve essere di aiuto, sostegno e supporto per i suoi compagni. Questo atteggiamento deve essere imprescindibile perché, se vinciamo, vinciamo solo come squadra, grazie all’impegno di tutti e non grazie al singolo. Solo in questo modo possiamo perseguire il nostro obiettivo: il salto di categoria in Serie C. Dobbiamo essere una squadra umile, che entra in campo guardando basso, per uscirne a testa alta e con orgoglio per quanto fatto nei 90 minuti. Vogliamo vincere il campionato, ma questo non vuol dire essere arroganti. Non si tratta solo di superare gli avversari, ma di trasmettere valori, che sono importanti quanto le vittorie”.
“La possibilità di vincere il campionato deve essere una motivazione grandissima per questo gruppo – ha aggiunto il responsabile tecnico Patrick Bertino -. Voglio vedere una squadra che giochi sempre al limite, veloce e aggressiva, con l’attitudine a conquistare sempre i 3 punti. Dobbiamo iniziare a lavorare duro da subito per raccogliere i frutti del nostro impegno domani. Se qualcuno si sente troppo grande o importante per fare le piccole cose abbiamo già perso. Solo se dimostriamo di saper fare le cose piccole riusciremo a ottenere i successi che desideriamo”.